Passaggio Generazionale nelle PMI: Problemi e Soluzioni

 | 

Il passaggio generazionale in azienda rappresenta un momento cruciale, tanto più quando si tratta di PMI, che costituiscono una larghissima parte del tessuto imprenditoriale italiano. Gestire efficacemente il passaggio generazionale nelle PMI è essenziale per garantire la continuità e il successo a lungo termine dell’impresa. Infatti solo poco più del 30% delle imprese familiari è riuscito a superare la seconda generazione.

Lavoriamo molto spesso con aziende familiari (qui trovi una guida dedicata a loro), per questo conosciamo bene sia le principali difficoltà in cui vi imbatterete sia tutte le soluzioni per trasformare questo ricambio generazionale in un’operazione efficace.

Partiamo dai Casi Studio, poi passiamo a Problemi e poi le Soluzioni!

Esempi di passaggio generazionale – Casi Studio

Questi sono i casi che ci capitano più spesso, e forse ti ci puoi riconoscere.

  1. Azienda degli anni ‘80, che è andata benissimo fino al 2000-2010 ma che nell’era digitale sta calando leggermente il fatturato. La nuova generazione spinge per avere strumenti adeguati, come ecommerce, social e pubblicità online, ma questi non incontrano il gusto più “classico” della generazione precedente, che diffida di questi strumenti magari perché ha provato a fare qualcosa in modo amatoriale che non ha portato risultati.

    La soluzione qui è un progetto di comunicazione digitale, preceduto dall’audit dell’azienda per valutarne le potenzialità digital. E questo lo può fornire un Digital Strategist!
  2. Azienda di produzione, degli anni ‘70-’80, che negli ultimi 10 anni ha iniziato ad arrancare nel contesto economico diminuendo i margini sulle vendite. Pesano i clienti storici e il modo di fare “si è sempre fatto così”, che porta errori e lentezza nei processi, compreso il collo di bottiglia per cui passa tutto da determinate figure.

    Qui la soluzione è un metodo di lavoro più snello, business-oriented, preciso e ordinato. E lo può fornire un Project Manager Certificato!
Giulia Deusanio, Event & Project Manager

Sono Giulia D’Eusanio, Project & Event Manager, e ti darò alcuni consigli sull’organizzazione e la risoluzione dei problemi aziendali.

Problemi – le principali difficoltà nel Passaggio Generazionale

Il passaggio generazionale nelle PMI è complesso e coinvolge una serie di aspetti tecnici, gestionali e personali. Tra le difficoltà più comuni troviamo:

Gestione e Leadership

Passare il testimone nella gestione dell’azienda è un altro aspetto critico. La nuova generazione deve essere preparata per assumere ruoli di leadership e gestione, il che richiede competenze e conoscenze specifiche. La mancanza di esperienza può portare a decisioni sbagliate e alla destabilizzazione dell’azienda.

Fattori Personali

I conflitti familiari e le dinamiche personali possono complicare ulteriormente il passaggio generazionale. Divergenze su visioni strategiche, obiettivi aziendali e ruoli individuali possono creare tensioni che minano il processo di transizione.

Cambiamenti nel Contesto di Riferimento

La nuova generazione deve anche affrontare cambiamenti nel contesto di riferimento, come il progresso tecnologico e i cambiamenti sociali. La digitalizzazione, magari la creazione di un ecommerce, il cambiamento dei gusti in vista delle foto per i social, o anche la crescente predilezione per lo smartworking di lavoratori e collaboratori influiscono non poco sul passaggio.

Aspetti Legali e Fiscali

Le questioni legali e fiscali possono rappresentare un ostacolo significativo nel passaggio generazionale. La gestione della successione richiede una pianificazione attenta per evitare problemi come imposte di successione elevate, complicazioni burocratiche e possibili contenziosi tra eredi.

Soluzioni per un Passaggio Generazionale di Successo

Affrontare con successo il passaggio generazionale nelle PMI richiede una strategia ben pianificata e l’adozione di misure specifiche. Ecco alcuni punti chiave da tenere a mente:

1. Trasparenza

Essere chiari e trasparenti sugli obiettivi e i desideri per l’attività da entrambe le parti – ossia da tutte e due le generazioni, quella precedente e quella nuova – è fondamentale. La comunicazione aperta e onesta può prevenire malintesi e conflitti, garantendo che tutti siano allineati sulla direzione futura dell’azienda.

2. Definire i Ruoli

È cruciale definire sin da subito i ruoli di ciascun membro coinvolto nel passaggio generazionale. Questo è particolarmente importante nei casi in cui i membri della generazione precedente rimangano coinvolti, anche solo in parte e con mansioni differenti. Una chiara definizione dei ruoli evita sovrapposizioni e confusione.

Lavorando molto spesso con aziende familiari in questa fase, vediamo alcuni aspetti comuni in questo senso: quando la precedente generazione fa un passo indietro e prende ruoli secondari, le cose funzionano nettamente meglio. Non ci si aspetta che un imprenditore vada direttamente in pensione, lo sappiamo bene, ma l’influenza nelle decisioni deve diventare un “saggio consiglio” più che una manipolazione.

3. Supporto di Professionisti Esterni

Esatto, non si può fare un cambio generazionale da soli senza l’aiuto di professionisti esterni. Serve una prospettiva imparziale, ma anche supporto concreto in una fase di grande cambiamento. E il cambiamento può riguardare gli strumenti – come nel caso del mondo digitale – oppure la metodologia di lavoro.

Attitude Servizi 2 2

La consulenza con la Project Manager è quello di cui hai bisogno per risolvere i problemi aziendali. Prenotala subito!

Il Ruolo del Project Manager nel Passaggio Generazionale

Un project manager può svolgere un ruolo fondamentale nel facilitare il passaggio generazionale nelle PMI. Le competenze di project management sono cruciali per gestire la transizione in modo efficiente e senza intoppi. Ecco come un project manager può aiutare:

Analisi del Contesto e Definizione degli Obiettivi

Il project manager può analizzare il contesto aziendale e aiutare a identificare e definire gli obiettivi prioritari. Questa fase iniziale è essenziale per creare una visione chiara e condivisa del futuro dell’azienda.

Strutturazione della Comunicazione Interna

Una comunicazione interna efficace è vitale durante il passaggio generazionale. Il project manager può ristrutturare i canali di comunicazione per snellire i flussi informativi e garantire chiarezza in ogni fase del processo.

Identificazione dei Ruoli Adeguati

Un project manager può aiutare a individuare i ruoli più adatti per ciascun membro del team, tenendo conto delle esperienze, delle professionalità e delle attitudini personali. Questo assicura che ogni individuo sia posizionato nel ruolo in cui può dare il massimo contributo.

Costruzione di Processi di Supporto

Durante e dopo il cambiamento, è essenziale avere processi solidi che supportino sia le attività ordinarie che quelle straordinarie. Il project manager può costruire questi processi per garantire continuità operativa e stabilità.

Una Call Gratuita e senza impegno per capire le tue esigenze e che ti fornisce già idee utili: prenotala subito

    Articoli simili