Come trovare clienti per la mia attività – guida completa

Sappiamo bene quanto sia impegnativo trovare nuovi clienti, sia che tu abbia un negozio, e che li cerchi quindi nel “mondo reale”, sia che tu abbia un servizio online e li stia cercando su Internet. O tutto il contrario di tutto, perché è possibile trovare dal vivo clienti per il tuo ecommerce o servizio di consulenza e trovare clienti fisici per il tuo negozio, su internet. Ok, meno male che non stai leggendo ad alta voce altrimenti sarebbe sembrato uno scioglilingua.

Facciamo le cose semplici e comprensibili, con una guida completa su come trovare clienti per la tua attività.

A chi è adatta questa guida:

  • Ai proprietari di negozi e attività, che cercano clienti dal vivo con le vetrine e online
  • Alle aziende b2b, che cercano clienti principalmente online o tramite commerciali
  • Ai liberi professionisti, che cercano clienti principalmente online

Ti metto un indice così puoi andare direttamente alla sezione che ti interessa

Capiamo i clienti: Differenza tra Clienti b2b e b2c

Facciamo una piccola premessa, per distinguere innanzitutto la tipologia del rapporto che hai con i clienti. È importante conoscere la differenza tra trovare clienti business-to-business e business-to-consumer.

I clienti business-to-business (b2b) sono aziende a cui vendi i tuoi servizi, mentre i clienti business-to-consumer (b2c) sono persone che userebbero i tuoi servizi o prodotti.

Il modo in cui si trovano i clienti b2b è diverso da quello in cui si trovano i clienti b2c. Questo perché le aziende b2b tendono ad essere più grandi e più consolidate, quindi le indirizzerai usando una strategia diversa rispetto a quando prendi di mira un gran numero di consumatori individuali.

Detto questo, anche se non si direbbe, i clienti business sono comunque persone. Anche il direttore dell’azienda a cui potresti vendere i tuoi servizi usa internet. Cerca su Google, sta su Facebook, su Instagram e su LinkedIn.

Quindi, se hai il messaggio giusto e hai scelto il canale giusto, che differenza fa se stai cercando di raggiungerlo? Te lo dico io: nessuna.


Trovare clienti per la mia attività (negozio, parrucchiere, estetista ecc…)

Cerca clienti Online: cura la tua presenza social, la tua SEO e il tuo Google My Business

Prima di tutto, dobbiamo parlare dell’importanza di avere un sito web e una presenza sui social media. Questi sono strumenti importanti per qualsiasi azienda, grande o piccola. Se li hai già impostati, dai un’occhiata e assicurati che siano ottimizzati. Per esempio, assicurati che le tue pagine sui social media abbiano tutte le informazioni rilevanti sulla tua azienda.

Per il sito è più complicato. Oltre a essere moderno, veloce e responsive (cioè deve vedersi bene dal telefono), dovresti curare la SEO, cioè assicurarti di usare parole chiave che le persone potrebbero cercare quando cercano aziende come la tua su Google. È una questione molto complessa fatta di articoli, portali che parlano di te e altre variabili infiniti, ma una la puoi applicare subito: Google My Business, che fa miracoli soprattutto nella ricerca locale.

trova clienti dal vivo: come attirare i clienti nel proprio negozio migliorando la Vetrina, la tua insegna o fai e Pubblicità OOH

Dovresti anche considerare come puoi attirare i clienti nel tuo negozio. Una vetrina può essere moderissima con gli schermi digitali oppure tradizionale e funzionare benissimo (e anche meglio) con la creatività. Non è detto che uno schermo ti invogli ad entrare, ma ti potrebbe essere utile se fai tante offerte diverse. Se hai una vetrina classica, aggiornala spesso e usa la creatività. Facile a dirsi così, quindi ti do qualche idea:

  • crea una scena con i manichini. Crea un punto in cui le persone possano farsi selfie, e metti un bel cartell con il tuo nome utente o l’hashtag per farti taggare.
  • Scrivi sul vetro, o usa vetrofanie per le offerte
  • Usa QR Code per portare sul tuo sito o sui tuoi social i passanti, anche quando è chiuso

E per non farli scappare quando entrano, è anche importante che tu crei un’atmosfera accogliente all’interno: fai suonare della musica in sottofondo, purché non distragga dalle conversazioni. Ti consiglio playlist jazz, chill, piano cover, lounge ecc, vanno bene per il 90% delle attività. Magari ne parliamo in un altro articolo.

Un altro modo utile è catturare con l’insegna, e qui entra in gioco il logo e l’intero branding. Con il nome, il colore e le forme giuste puoi creare le giuste associazioni emotive che una persona (o un gruppo di persone) catturando attenzione nei potenziali clienti. Ti faccio un esempio: determinati colori trasmettono emozioni, e attirano un sesso o l’altro. Il marrone non va bene per un negozio destinato a un pubblico femminile.

Anche questo lo vedremo in un altro articolo.

Trova nuovi clienti con le persone: usa il passaparola e fidelizza i clienti, trasformandoli nei tuo ambasciatori

A volte, il posto migliore per trovare nuovi clienti è nel proprio cortile – o, in altre parole, con le persone che già ti conoscono e ti amano, trattenendoli e coinvolgendoli nuovamente.

Nel caso in cui vi stiate chiedendo come sia possibile mantenere i clienti mentre se ne attraggono di nuovi, la risposta è che tutto si riduce a pensare alla vostra attuale base di clienti come una risorsa. Se sono soddisfatti del vostro prodotto o servizio, saranno felici di raccomandarvi ai loro amici, familiari e colleghi.

Quindi concentriamoci esattamente su come rendere i tuoi clienti attuali così felici che diventeranno ambasciatori del tuo marchio di loro spontanea volontà.


Come trovare i clienti se hai un’azienda business-to-business (b2b)

Quando si tratta di gestire un’azienda business-to-business (b2b), trovare clienti sembra essere una sfida insormontabile. Ma ti assicuro che iniziando a vedere i potenziali clienti come persone singole, prima che come aziende, ti aiuterà a cambiare mentalità e a conquistarne di più.

Comunque, se oltre a questo mindset si dispone di un piano efficace per trovare clienti, sarà molto più facile far crescere il proprio business. Ecco alcuni consigli per trovare nuovi clienti per la tua azienda b2b:

1 – branding e web

Iniziate con l’avere ben chiaro cosa vi distingue, chi servite e perché hanno bisogno di voi. Poi create il tipo di cultura aziendale che attira le persone che sono interessate a ciò che fate.

Assicuratevi di avere il vostro branding alla perfezione, compreso un logo che spacca e un sito web accattivante che funziona bene con l’ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO). La maggior parte delle persone che cercano aziende online cercano cose come “idraulici vicino a me”, ma la maggior parte delle persone che cercano servizi B2B cercano informazioni in modo più ampio. Questo significa che non sono limitati dalla geografia, quindi non hanno bisogno di limitare le loro ricerche ai risultati locali.

2 – Social e adv

Non avere paura di usare i canali pubblicitari tradizionali – anche gli amministratori delegati guardano le news su Facebook. A volte condividono anche foto di gattini e test su che albero sono.

Funziona questo metodo? Ti faccio un esempio sull’advertising: ho fatto fare 5 milioni in preventivi con una sponsorizzata da 1000€. Funziona.

Se sei un dipendente a tempo indeterminato dell’azienda, o se l’azienda è tua, puoi valutare di diventare “influencer” del settore e crescere di follower con contenuti di valore e poi proponendo i tuoi servizi.

3 – Crea ambasciatori ed evangelist

Il passaparola è sempre un modo facile per trovare i clienti, e in generale devi avere persone che parlano bene di te. Parti dai tuoi dipendenti e collaboratori, che devono essere innamorati della tua azienda.

Ti sembra che non sia così, e che non apprezzino il tuo prodotto o servizio? Cambiali. Li paghi, ci mancherebbe che non ti supportino in questo.

4 – Fiere

E poi ci sono le fiere, ma non c’è bisogno di parlarne troppo, immagino che già le frequenti. Il punto è che se vuoi ottenere nuovi clienti in una fiera, assicurati di avere un elevator pitch e un tablet con una presentazione vincente a portata di mano.


Come trovare i clienti se sei un libero professionista (personal trainer, psicologo, nutrizionista, social media manager ecc)

è quello che faccio anche io, per cui ti parlo per esperienza diretta

Perché migliorare il proprio Branding

Iniziate con l’avere ben chiaro cosa vi distingue, chi servite e perché hanno bisogno di voi. Sono dei passaggi fondamentali che vi aiuteranno sempre, e renderanno più chiaro ai vostri clienti il vostro servizio. Non è importante tanto il logo, quanto il vostro personal branding: un colore predominante, i font sempre uguali, lo stesso design tra web, social e biglietti da visita o moduli, cartelline e documenti ecc… si chiama consistency, ed è la cosa più importante nel personal branding.

Come usare il Web

Un sito fatto bene, con WordPress, magari One-page (cioè con tutte le info in una sola pagina) e i contatti facilmente reperibili (mi sto trovando molto bene con Whattsapp Business, rispetto ai form).

Tutto coordinato alla tua Brand identity e con i link ai canali social. La cosa più importante però è la SEO: prendi un plugin come Yoast o RankMath e indicizzati per le parole chiave giuste (grafico roma, ad esempio). Prova anche a indicizzarti su Google SearchConsole (tramite sitemap) e usa se hai una sede Google My Business (e fatti lasciare tante recensioni).

Se non sei praticə, rivolgiti ad un professionista, sono disponibile anche io per questo. A fronte di una spesa e di un po’ di attività all’inizio, come un po’ di foto e alcuni ragionamenti su quello che bisogna scrivere, avrai richieste periodiche senza che tu debba fare nulla (a diferenza dei social, che ora vediamo).

Come usare i Social

Sui social hai una doppia linea.

Intanto cresci come se volessi diventare “influencer” del tuo settore, aumenta di follower con contenuti di valore e poi proponei i tuoi servizi a chi lo chiede. Fidati, arriveranno.

Per crescere, utilizza anche la pubblicità, con una campagna mirata a vendere il tuo servizio e ad acquisire follower contemporaneamente.

Man mano che cresci e interagisci, pubblica recensione e fai vedere quanto ti apprezzano i tuoi clienti.

È la formula che va per la maggiore nell’ultimo periodo. (PS. Per dirti solo questo, alcuni si fanno pagare profumatamente una consulenza).

Come trovare clienti alle Fiere

È piu difficile se sei introversə, ti capisco benissimo. Fai dei bei biglietti da visita (servono ancora in base al settore che frequenti), porta con te una presentazione e un tablet, magari con alcuni lavori che hai fatto, e soprattutto riprendi quell’elevato e pitch di cui abbiamo parlato nel capitolo branding e fallo funzionare a parole, dal vivo.

Diventare Ambassador e trovare clienti

Ci sono tanti eventi e aziende di cui puoi diventate Ambassador, e questo ti porta ad allargare il tuo network. Capita a volte di riuscire a lavorare poi con queste aziende dopo un anno di ambassadorship.

Trova un account

Eh, già. Accordati con qualcuno che parli con un sacco di gente, e dagli una percentuale. Ci sono anche tante persone che non sono account di professione, ma conoscono un sacco di gente e possono parlare bene di te alle persone giuste.


Come ti posso aiutare io?

Ti posso aiutare queste fasi:

  • nella fase del branding con la realizzazione dell’identità grafica e del logo
  • nella fase del web con la progettazione del sito o e-commerce, orientandolo alla SEO
  • nella fase dell’advertising sui social network
  • Altrimenti, per la parte di vendita, posso offrirti una consulenza per capire come va la tua azienda.
  • In più, bonus, possiamo aiutarti con una project coaching seguendoti nei progressi con una Project Manager

E se non va bene nemmeno questo, spero sia stata comunque una lettura utile.

Qui puoi chiedere maggiori info sui servizi miei e di Attitude:

Va’ avanti, i tuoi clienti ti aspettano! A presto,

Daniel

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.