boy in blue dress shirt holding black selfie stick

Video efficace: 3 consigli sulla realizzazione che non senti mai

Costruire un video efficace non è semplice e soprattutto il vero segreto e l’esperienza più fai video più migliori e migliora la qualità aldilà dell’attrezzatura aldilà del programma che usi per montarlo aldilà se ci sono sottotitoli o meno la questione è che adesso ti darò tre consigli base su come migliorare e partiamo dal più semplice cioè quello che devi fare prima di iniziare a pubblicare i tuoi video

Disclaimer: anche se è stato parzialmente corretto, questo articolo è scritto con la dettatura di di Google, e potrebbe esserci qualche imprecisione. Perché? Perché il mio lavoro è far trovare ai clienti soluzioni per guadagnare, non scrivere articoli. Questo articolo è fatto per posizionare il sito e per avere la base per post social e reel, non mi vergogno certo a dirlo. Se sei qui ha funzionato, e se quello che leggi funziona anche per te, abbiamo vinto entrambi.

1 – guarda i video degli altri con occhio critico

Guarda i video degli altri, quelli bravi e quelli meno bravi, con occhio critico e curiosità, tenendo a mente i prossimi consigli che ti darà, perché ti rendi conto di alcune cose che fanno sempre e che vedrai sono corrispondono ad alcuni dei punti che ti ho detto. Inizia dai Creator grandi e poi passa a quelli delle persone simili a cui vuoi posizionati: se stai cercando di fare divulgazione sul tuo argomento, guarda esempio questo video che ti metto sotto di Giulia D’Eusanio Project Manager in cui fa determinate azioni che adesso poi ti vado a spiegare:

2 – Il tuo telefono va bene per fare video, ma usa la fotocamera giusta

Anche se questo video registrato con la Mirrorless quello che puoi fare è utilizzare la fotocamera posteriore perché così eviti di guardarti e preoccuparti se stai bene in video. Quell’ansia ti praticamente ti rende più insicuro/a e quindi rischi di compromettere il video, e inoltre se guardi te stesso mentre registri ci sarà un movimento delle pupille dalla telecamera a te stesso, che non convincerà lo spettatore (anche se magari sembra non accorgersene). Se invece guardi invece la fotocamera posteriore guarderai dritto negli occhi l’utente.

3 – inizia prima di partire e supera la vergogna del primo video

Inizia a fare video e prendere dimestichezza con lo strumento prima di pubblicarli è il segreto per inziare bene: se decidi che vuoi partire questo mese con i tuoi video, non iniziare fra una settimana, dopo che hai comprato l’attrezzatura o quando hai scritto il primo video; inizia subito oggi a produrre un video di 30 secondi perché migliorerai le inquadrature, la stabilità e la dizione. Fare esperienza prima di iniziare è un po’ il “cercasi stagisti con esperienza”, fondamentalmente questa te la devi produrre da solo prima di iniziare effettivamente il lavoro. E accetta anche questo i primi video che pubblicherai saranno brutti e non ci puoi fare niente, ma devi trovare il coraggio di superare questa vergogna iniziale

Questo articolo ti ha svelato una piccola parte dei consigli che do all’interno del mio percorso di coaching, la Digital road, in cui aiuto i professionisti a costruire un personal brand un’immagine digitale di te stesso o te stessa che funzioni sotto vari punti di vista (dall’ideazione del proprio personal branding a come applicarlo nei prodotti digitali, video o grafiche, fino a come vendere i propri prodotti e servizi ai clienti). Se vuoi creare la tua presenza online in autonomia ma con il supporto di un professionista (e quindi velocemente e in modo corretto), ti aspetto qui, sulla pagina della Digital Road

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.